L’essere umano è un’organizzazione complessa e unitaria, in cui mente e corpo sono strettamente collegati e si influenzano reciprocamente. Il soggetto può esprimere un disagio di natura emotiva attraverso manifestazioni somatiche, che possono avere un carattere transitorio o assumere una forma più stabile come nei disturbi di somatizzazione. Questi sono caratterizzati dalla presenza di sintomi dolorosi o fastidiosi che rendono difficile la vita relazionale e sociale del soggetto e possono manifestarsi attraverso stati di affaticamento costante, problemi gastro-intestinali, dermatiti, cisti, ulcere, mal di testa, dolori addominali o altre manifestazioni fisiche invalidanti.

Disturbi di somatizzazioneNei disturbi di somatizzazione la persona diventa costantemente preoccupata per la propria salute e focalizza costantemente la propria attenzione su un disturbo fisico doloroso a cui non riesce a dare una spiegazione, sottoponendosi a continui controlli medici che non danno risultati risolutivi. I sintomi infatti spesso non sono spiegabili da una diagnosi medica o può esserci un problema fisiologico ma non così serio da spiegare il malessere soggettivo. Inoltre la persona che soffre di questo disturbo spesso può sentirsi non ascoltata o ha la sensazione che gli altri non credano veramente al proprio problema somatico. Il disturbo di somatizzazione può presentarsi in qualsiasi periodo della vita, dall’infanzia alla terza età, e può emergere insieme ad altri quadri sintomatologici

Nella prospettiva psicoanalitica, il disturbo di somatizzazione rappresenta una soluzione inconscia che esprime la difficoltà del soggetto nel simbolizzare le proprie esperienze e nel regolare i propri stati affettivi in relazione all’altro. Durante i periodi di crisi la persona potrebbe avere difficoltà a dare significato ai propri stati interni, in particolare quelli dolorosi, per cui è il corpo anziché la parola ad esprimere una sofferenza psichica più profonda.

Attualmente assistiamo ad una sempre maggiore diffusione di situazioni in cui la persona manifesta il proprio disagio emotivo attraverso un sintomo somatico. Il crescente senso di istantaneità e accelerazione temporale rende spesso difficile elaborare le proprie esperienze e riflettere sulle proprie emozioni, per cui l’individuo è spesso portato fare qualcos’altro allontanandosi dal proprio mondo interno.

-

Per chi soffre di un disturbo di somatizzazione chiedere un aiuto psicoanalitico costituisce la possibilità di alleviare l’esperienza sintomatica attraverso l’elaborazione di una sofferenza più profonda. Per questo tipo di disagio il Centro Clinico Mandorlo Blu offre percorsi personalizzati e integrati come la consulenza, la psicoterapia, i gruppi di sostegno e il supporto farmacologico.

Vieni a trovarci nella nostra sede dell’EUR, un nostro psicoterapeuta saprà aiutarti attraverso uno spazio di consulenza psicologica.

LETTURE CONSIGLIATE

Solano L., Tra mente e corpo, Cortina, Milano, 2001

L’autore presenta una panoramica dei più frequenti dei disturbi di somatizzazione, analizzandone le cause, i meccanismi e le possibilità terapeutiche, tracciando delle possibili reciproche influenze tra aspetti psicologici e manifestazioni corporee.