Comunicare in coppia: un cammino in costruzione

“Ogni fallimento di una relazione, è quasi sempre un fallimento della comunicazione”, afferma Zygmunt Bauman, a ricordarci  quanto comunicare sia importante in un rapporto. Quando si condividono esperienze e ci si chiarisce dopo un’incomprensione, spesso il sentimento in una coppia  si consolida. Comunicando si cresce insieme e  ci si connette reciprocamente attraverso le emozioni. E’ il proprio  mondo interno infatti, con le  aspettative  consce ed inconsce  che entra in gioco,   incrociandosi con quello dell’altro. In questo spazio comune fatto di parole, gesti, sguardi, la relazione nasce, cresce e si sviluppa. Quando ci si conosce per la prima volta ad esempio  ci si avvicina seduttivamente per suscitare  interesse o si indietreggia, sentendosi intimoriti. E’ il tempo del desiderio e della speranza, ma anche delle incognite che si affacciano sulla scacchiera di una partita appena aperta. Si comunica sondando il terreno,  per  costruirsi  un’immagine dell’altro.  A quanti sarà capitato di  pensare che un incontro sia andato bene per  scoprire amaramente di non essere ricambiati?  L’altro sembrava così espansivo! E invece, questo modo di avvicinarsi magari nascondeva una difficoltà ad entrare in contatto. 

Quando il rapporto diventa più stabile, anche la conoscenza reciproca si delinea in modo più nitido e  allora si comunica per consolidare il legame,  cercando l’ accordo e  i punti in comune. Ma quanto ci può essere  il rischio di  idealizzare il partner,  vedendo solo ciò che ci piace? A volte senza accorgersene  non si mostrano le proprie ombre, dando un’immagine parziale di sé. Chissà che succederebbe se venissero fuori certi pensieri e sentimenti, magari l’altro rimarrebbe deluso e si allontanerebbe?  Ma prima o poi  si finisce col lasciarsi andare per come si è,  proprio quando ci si  sente più sicuri del rapporto. Ecco che allora possono emergere i lati scomodi del proprio carattere, arrivando più facilmente a scontrarsi. Si accendono gli animi e affiorano le frustrazioni,  proprio quando emergono maggiormente ideali ed aspirazioni che animano la relazione.Litigare frequentemente o non litigare  mai ad esempio,  sono modi di comunicare che sottendono  spesso l’ aspettativa inconscia  che il conflitto sia sbagliato, che dovrebbe  esserci una reciprocità ideale, come se le differenze  non possano essere integrate nella relazione.

Ma si comunica anche attraverso il conflitto  e  a volte litigare può essere funzionale alla coppia per  rinegoziare le proprie posizioni. Altre volte il dialogo si inceppa, come se si parlassero  due lingue diverse.   Nei conflitti prendono corpo rabbia, dolore, gelosia, non sempre facili da riconoscere e gestire, cosi  a volte  si agiscono modalità  comunicative che anziché avvicinare,   acuiscono l’allontanamento. Può capitare in vari momenti del rapporto che il partner sembri irraggiungibile e ci si chiede come riavvicinarsi  e comprendersi. Cosa starà davvero pensando l’altro, perché mi sento cosi, come siamo arrivati  a questo punto? Per favorire la comunicazione diventa  fondamentale sintonizzarsi reciprocamente, partendo da  quello che sta emergendo nella relazione. Infatti ciò che si comunica esplicitamente  non è detto corrisponda a ciò che si sta provando veramente.  Spesso ci si mostra anche attraverso gesti inconsapevoli, che esprimono parole non dette ed emozioni sottese. Al di là di ciò che si dice e si fa,  infatti, entrano in gioco vissuti profondi che non sempre vengono percepiti consapevolmente. Si può creare una  nebbia di equivoci e sembra di  addentrarsi in un territorio sconosciuto. A volte ci si comprende più facilmente, altre volte si possono creare lontananze per cui c’è bisogno di tempo per ricostruire l’intesa. Possiamo dire che comunicare in coppia è un processo di conoscenza continua che si nutre dell’ascolto reciproco, ma è anche un percorso di trasformazione che si alimenta di uno sguardo e un contatto profondo  con sé stessi e con l’altro.

Dott.ssa Anna Consuelo Cerichelli

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Il rapporto mente corpo

Mente e corpo, due facce della stessa medaglia. Solo apparentemente  separati , si influenzano reciprocamente come gemelli siamesi .  Oggi infatti a differenza del passato

Leggi il resto »

Informativa
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per ottimizzare la navigazione e i servizi offerti, cliccando il pulsante accetta acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per informazioni sui cookie utilizzati in questo sito, visita la Privacy & cookie policy.