Diventare adulti: vincoli e possibilità

Ritrovarsi a guardare un treno in partenza verso l’età adulta e non avere il coraggio di salirvi. E’ forse questa la condizione in cui alcuni giovani si sentono, sospesi tra il richiamo a dare una direzione più stabile alle proprie scelte e il desiderio di mantenersi liberi da vincoli e responsabilita.  Comunemente si fa coincidere l’ingresso nella fase adulta nel periodo che va dai  20 ai 30 anni, con  l’inserimento nel mondo del lavoro  e il raggiungimento di una propria indipendenza. Attualmente si delineano sempre più situazioni sfumate in cui aspetti della condizione adolescenziale e di quella adulta convivono anche per molto tempo e sembrano confondersi.  Conosciamo bene il complicato scenario socioeconomico della contemporaneità, che non facilita l’acquisizione di un’autonomia.  A volte però pur avendo raggiunto una propria indipendenza economica, si tende a rimandare questo passaggio.   Ma cosa vuol dire diventare adulto da un punto di vista psicologico? Un  aspetto cruciale che si vive  in questo periodo dell’esistenza è proprio il consolidamento e l’attuazione di decisioni e progetti  per il futuro.  Si è chiamati ad assumersi la responsabilità di ciò  che si vuole e a fare delle scelte  Il confronto  tra i propri desideri e la realtà diventa diverso,   potendone contemplare più realisticamente  limiti  e possibilità. Pronunciarsi   sulle proprie motivazioni a volte è sentito come troppo vincolante. Si può sentire un disallineamento tra una prospettiva ideale in cui tutte le scelte sono ancora possibili, e la realtà alla quale si teme di rimanere imbrigliati.  Pensiamo  per esempio a chi sperimenta una situazione di blocco  rispetto ad una relazione sentimentale o un progetto lavorativo.  Permanere in uno stato di sospensione e incertezza, se negli anni dell’adolescenza poteva essere tollerabile, in questo momento può diventare motivo di  sofferenza e disorientamento.  Questo vissuto spesso è legato al permanere di una difficoltà di svincolo adolescenziale che si esprime  nel  conflitto tra riconoscersi  parte dei legami  familiari, ed affermarsi nella propria individualità.  Possiamo pensare a tale  passaggio come un percorso circolare, in cui genitori e figli sentono da un lato il bisogno  di differenziarsi reciprocamente stabilendo confini e distanze, dall’altra il desideiro di rimanere legati a vecchi ruoli ed appartenenze.   Si può restare così profondamente impigliati in un sistema di aspettative  familiari dove ognuno sembra avere dei vantaggi nel non separarsi.   Quando il passaggio all’età adulta sembra rallentarsi o  l’individuazione è ancora carica di ambivalenza.   Questa in fondo è un’esperienza agrodolce, nella quale  si perde la sicurezza di qualcosa di conosciuto e familiare, ma allo stesso tempo si può sperimentare un cambiamento nel.sperimentarsi diversamente   La possibilità di una maggiore libertà ed autonomia, se da un lato offre la ricchezza di nuove scoperte e della messa in gioco in prima persona, dall’altra può generare il timore di fare scelte sbagliate per il futuro o di dover rinunciare alle illimitate possibilità che ci si immaginava di avere.  Questo dilemma però è inevitabile e diventare adulti significa proprio affrontare di volta in volta tale complessità,  cavalcando incertezze e ostacoli per scoprirsi protagonisti della propria vita.

Dott.ssa Margherita Rosa

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Quando amarsi fa male

Nella coppia  a volte  accade di scontrarsi  ed avere conflitti.  In alcuni rapporti assistiamo invece ad una  relazione caratterizzata da ripetute e continue pressioni psicologiche,

Leggi il resto »

Informativa
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per ottimizzare la navigazione e i servizi offerti, cliccando il pulsante accetta acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per informazioni sui cookie utilizzati in questo sito, visita la Privacy & cookie policy.